Siano grida coraggiose e senza confini

Le guerre sono la conseguenza di un lungo silenzio umano.

Per porre fine ai conflitti occorre 'gridare' in ogni tempo ed in ogni luogo la parola: "Pace".

Successo a Monreale (Palermo) nel "Museo Sciortino"

L'evento "Artista da Museo", al quale ho partecipato, è stato un grande successo di pubblico e di critica. Ringrazio sentitamente gli organizzatori e tutti coloro i quali hanno visitato e apprezzato la mostra.

Servizio fotografico completo alla pagina "EVENTI".

 

L'amore vero è anche follia

Sai di essere innamorato quando percepisci di essere folle... immensamente folle.

Nell'alternanza si è

Nel percorso della vita capita di 'incrociare' momenti dolorosi, al limite della sopportazione fisica; strada facendo è possibile 'incontrare' momenti felici, prossimi al concetto paradisiaco.

Chi li alterna: vive, si evolve... è!

Facciamo finta che la realtà vinca sulla finzione

Facciamo finta che io possegga un pennello incantato; facciamo finta che io possa ridipingere il mondo su una tela vergine con mille nuovi colori dove il rosso non sia sangue, il grigio non sia nebbia, il nero non sia lutto. Facciamo finta che la realtà vinca sulla finzione.  

Anche il maestro Nicolò Fabi ha 'fatto finta' cantando:

https://www.youtube.com/watch?v=bN5Q3lAr8PM&start_radio=1&list=RDbN5Q3lAr8PM

Io sto con l'ultimo degli ultimi

Chi sta con gli ultimi è già sul podio ma non desidera la medaglia.

Io sto con l'ultimo degli ultimi; io sto con chi è fuggito dalla guerra -che ho vissuto sulla mia pelle in prima linea-, dalla carestia, dalla fame, dalla violenza, dalla mancanza di libertà; io sto con il disperato che bivacca alla stazione o sotto il ponte; io sto con chi si è perso e non ritrova il proprio sentiero; io sto con chi ha sbagliato e sta pagando in un luogo privo di dignità umana; io sto con l'invisibile; io sto con il debole; io sto con lo sfruttato; io sto con il diverso...

Sto dalla parte sbagliata? Passo la medaglia d'oro a coloro i quali lo pensano!

I meravigliosi colori di questo mondo

Scrissi molto tempo fa alcune parole poi riprese in un post: 

"Voglio credere all'IMMENSO, voglio credere alla LUCE, voglio credere CHE TUTTO ABBIA UN SENSO E UN GIUSTO FINE, voglio credere alle FAVOLE.

Se il mio credere è il sintomo di una conclamata 'pazzia' ...sia! Non importa! Il solo fatto di crederci mi rende VIVO".

Oggi aggiungo:

"Nonostante strada facendo io abbia visto altre crudeltà, conosciuto altre persone disumane... nonostante la mia pelle sia stata ancora trafitta da 'schegge impazzite' di granata; ebbene, malgrado tutto questo patire, io voglio credere ancora nelle "Favole". Voglio credere ancora nel "Genere Umano".

Confido che esista un tempo ed un luogo dove ognuno di noi possa vivere una favola a lieto fine.

Auspico che tutto il genere umano possa uscire dalla cecità contemporanea e vedere, senza limiti e confini, i meravigliosi colori di questo mondo.

L'altruismo è coraggio allo stato puro

Chi pensa che un uomo impregnato di benignità e di generosità sia un debole può altresì credere che un falco sia un uccello che stramazza impaurito nell'aia.

La solidarietà umana è un falco coraggioso e silenzioso che libra sulle più alte vette delle anime.

Macerie prive di colori

Le macerie di guerra non hanno colore.

Come posso usare la mia tavolozza per rappresentarle?

Prima o poi ritroverò i colori che le bombe hanno soppresso?

Nell'attesa immortalerò i colori dell'anima di coloro che sono stati martoriati dalla guerra.

Il coraggio di partire per un vero viaggio

Per partire serve coraggio.

Per tornare serve coraggio.

Un viaggio spesso inizia con la paura dell'ignoto e termina con la consapevolezza di essere coraggiosi.

La vita dovrebbe essere un ricorrente viaggiare... il coraggio si manifesta strada facendo.

Quando torniamo nel luogo immutato della partenza diventiamo consapevoli di quanto il viaggio abbia mutato il nostro essere.